Benjamin è un ragazzo di poche parole. Di sì e no, di bianchi e neri. E, in fondo, anche i suoi lavori sono così: essenziali, silenziosi, di bianchi e neri.
Continua la lettura