rav12016, laboratorio di pittura. Flavia Taglianozzi, Carlo Montrasio, Simone Gianfrancesco, Aitor Hierro, Giulia Carella, Silvia Salvati, Sofia Bombonati, Lorenzo Scarpellini, Marco Grandi, Bianca Lupi, Beatrice Pucci, Marino Neri, Anna Bottoli, Simone Fazio. Foto di Pierluigi Lanzillotta

Ho impostato il corso di pittura sulla tecnica dell’olio su tela perché è quella che pratico e conosco meglio. Mi ha sempre affascinato la possibilità di utilizzare una tecnica antica con una attitudine contemporanea, la pittura non invecchia e non muore, ma si trasforma e si attualizza continuamente.
Ho cercato di applicare la maieutica, non dare nozioni, ma estrarre dagli studenti quello che già hanno dentro, attivare le loro capacità e potenzialità.
Ho insistito molto sulla fase progettuale dell’opera: il dipinto è la sintesi, il concentrato di un processo culturale che comprende ricerche, studi, viaggi, conoscenza, voracità onnivora, tutta la vita insomma. Il pittore deve essere un uomo di cultura che si esprime attraverso il pennello; dipingere non significa solo realizzare un quadro, ma osservare le cose in un modo nuovo e sorprendente.

Sono stati invitati a tenere una lezione 4 giovani artisti con un percorso già avviato: Simone Fazio, Pierluigi Lanzillotta, Marino Neri e Beatrice Pucci, e abbiamo analizzato le possibili contaminazioni con altre forme espressive con cui la pittura si intreccia, quali il fumetto, l’animazione e la musica.
Abbiamo visitato Artefiera a Bologna e si è parlato del cosiddetto sistema dell’arte, come funziona il mercato, il mondo delle gallerie, dei musei, dei critici, dei curatori e dei collezionisti.

Galleria di foto

Pittura | Chiesi

Si è anche parlato di alcuni libri, una selezione tra i tanti possibili, per attivare curiosità e nuovi punti di vista: Antonin Artaud, L’arte e la morte, gli scritti sull’arte di un genio del ‘900; Luca Beatrice, Sound and vision, a proposito delle contaminazioni tra arte contemporanea e musica rock; Francesco Colonna, Hypnerotomachia Poliphili, uno dei più bei libri della storia, un viaggio iniziatico attraverso magnifiche incisioni; Jacopo Da Pontormo, Diario fatto nel tempo in cui dipingeva il coro di San Lorenzo, il poetico diario degli ultimi giorni di un grande maestro; David Hockney, Il segreto svelato, lo studio di un pittore di oggi sull’utilizzo degli strumenti ottici da parte dei maestri del passato; Gerard Richter, La pratica quotidiana della pittura, i pensieri di uno dei più grandi pittori viventi; Rudolf e Margot Wittkower, Nati sotto Saturno, su come è nata la figura dell’artista in senso moderno, spesso incline alla melanconia, attraverso le biografie di artisti noti e meno noti.