1978_cage_ravenna_foto-masotti

1978, Roberto Masotti | John Cage in treno alla stazione di Ravenna

RAVENNA – Un treno speciale che collega le principali città della Romagna in nome della cultura, e in particolare della “Capitale Europea della Cultura 2019”, titolo cui si candida Ravenna con tutto il territorio: è Romagna Express 2019, singolare iniziativa in programma dall’8 al 12 Ottobre, un vero convoglio che ferma ogni giorno in una città diversa, “portandovi” mostre, incontri, visite, dibattiti, spettacoli, installazioni e concerti.
«In questo modo – spiega Alberto Cassani, coordinatore di Ravenna2019 – vogliamo coinvolgere sempre più capillarmente i cittadini, rendendo protagoniste tutte le città che sostengono la candidatura nel percorso verso il 2019».
L’itinerario inizia e finisce a Ravenna, dopo aver fatto tappa a Faenza, Forlì, Cesena e Rimini con varie manifestazioni: oltre a eventi speciali realizzati all’interno di spazi non convenzionali quali le stazioni ferroviarie, sono previste iniziative specifiche con un tema distintivo per ogni città. Mostre, performance, concerti, visite guidate tematiche, incontri, installazioni saranno declinati secondo le vocazioni delle singole città: le arti visive contemporanee e il design a Faenza; la mobilità sostenibile e la green economy a Forlì; la scrittura e “l’agri–cultura” a Cesena; la musica e l’accoglienza turistica a Rimini. Ravenna in particolare darà continuità al cammino intrapreso per la candidatura, votato al dialogo tra antico e contemporaneo, ospitando eventi di eco internazionale.
Tra questi Europoly, gioco-installazione dell’artista Dejan Kaludjerović sull’identità europea, presentato in rinomati festival internazionali –tra cui il prestigioso Prague Quadriennal of Performance Design and Space (Ravenna, 8-17 ottobre)– e l’omaggio a John Cage che chiuderà la manifestazione (il 12) con un concerto in stazione realizzato da Fabrizio Ottaviucci con la partecipazione di Emidio Clementi, per rievocare il viaggio in treno fatto in Romagna dal musicista John Cage nel 1978.
Per finire, le carrozze del convoglio –vagoni d’epoca, modello “cento porte”, che nella tratta Cesena-Rimini e Rimini-Ravenna saranno trainati da locomotiva a vapore– ospiteranno pannelli espositivi e installazioni dedicati al tema “Capitale Europea della Cultura”, e in particolare al lavoro avviato da Ravenna e dalle città sostenitrici. Durante il viaggio il treno sarà animato dalla compagnia TeatrOnnivoro, mentre nelle soste saranno organizzate visite guidate divulgative a cura dell’associazione “V!RA 2019 – Volontari per Ravenna 2019”.

Il programma completo è consultabile all’indirizzo www.ravenna2019.eu