starting_point
Da tre anni il premio Starting point! segnala i migliori giovani artisti dell’Accademia di Belle Arti di Ravenna. Le loro opere sono state esposte alla galleria Ninapì di Ravenna, al museo Carlo Zauli di Faenza, infine alla Cripta Rasponi e Giardini Pensili di Palazzo della Provincia di Ravenna, luogo quest’ultimo tra i più significativi della città dal punto di vista storico, culturale e artistico.

È uno spazio speciale quello che in questi tre anni l’Accademia di Belle Arti di Ravenna ha offerto a conclusione degli studi col Premio Tesi. “Fuori” si comincia davvero. Un percorso nuovo, senza sconti e protezioni, poichè il sistema dell’arte si apre soltanto a chi avrà voglia di muoversi, di lavorare molto, di non fermarsi. Al talento bisognerà anche unire passione, e audacia.
Con Starting Point! l’Accademia spinge sulla soglia, selezionando i suoi giovani artisti. Offre l’occasione di un nuovo progetto, l’incontro con un curatore, la possibilità di mettere in gioco il proprio lavoro in uno spazio espositivo. Non è certamente poco nella fragile rete del contemporaneo / arti visive presente in città.
E, sciogliendo gli ormeggi, invita a prendere il largo fornendo qualche indicazione di rotta: far vedere il tuo lavoro, confrontarti con un critico che avrà lo sguardo acuto per leggerlo e farti conoscere, meglio in altri contesti, e soprattutto muoverti senza aspettare.
Allargare i confini, anche. Solo Mosaico ha voluto il Premio speciale per il Mosaico, una residenza d’artista in Russia, una bella occasione per crescere in una dimensione altra della vita e dell’arte, tra San Pietroburgo e Mosca. Nell’ambito del progetto europeo “Les langages du bleu” il Comune di Ravenna ha offerto alcuni viaggi studio ai vincitori.
Anche i luoghi hanno dato indicazioni, con possibilità diverse nel distretto creativo del territorio provinciale. La NINAPI’ di Ravenna è una galleria attenta alla qualità dei progetti in una città che non ha spazi di mercato per l’arte contemporanea: dunque in futuro bisognerà cercali, fuori. Il Museo Carlo Zauli di Faenza è un museo che ha fatto una scelta lungimirante, scommettere al presente l’eredità di un grande maestro e, insieme, quella di un linguaggio antico come la ceramica, aprendosi agli artisti della scena contemporanea che non la conoscono.
Fin dagli inizi ha ospitato C, il festival dell’arte contemporanea. La Cripta Rasponi e i Giardini pensili di Palazzo della Provincia sono una pagina storica della città, un luogo magico con frammenti di memorie diverse che, grazie all’attività di RavennAntica, sono accessibili al pubblico, e con questo Premio osa l’attraversamento dell’antico con interventi contemporanei, anche legati al mosaico, che arricchirà in futuro questo spazio unico.
Sì, Starting Point! ha messo in collisione le energie di realtà diverse, un crossing di cui Ravenna Capitale delle Cultura 2019 dovrà fare tesoro.

< ![if !IE]>< ![endif]>